L’IMPATTO DELL’ARCHITETTURA NELLE QUESTIONI AMBIENTALI

L’IMPATTO DELL’ARCHITETTURA NELLE QUESTIONI AMBIENTALI

Il design sostenibile è un argomento che dovrebbe ispirare cose semplici, ma a volte sembra essere sovraccarico di dettagli tecnici. Architetti e designer non chiariscono ai loro clienti, pubblico o colleghi il significato di questi termini, e a cosa fanno riferimento. Anche sostenibilità è una parola usata per indicare molte cose, anche differenti tra loro; perciò per non essere fraintesa, deve essere sempre ben contestualizzata. Architetti e designer fanno abitualmente riferimento a progetti “connessi con la natura”, anche quando si tratta di costruire una villa con il giardino. Ma per architettura sostenibile si intende altro; consiste nel ridurre gli impatti sull’ambiente nella progettazione architettonica.

(altro…)
I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE PER I BAMBINI

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE PER I BAMBINI

I ritmi frenetici del mondo moderno arrivano a stressare anche i più piccoli, che indirettamenete subiscono le angosce e le pressioni degli adulti. L’educazione alla competizione, l’ansia di dover essere sempre perfetti e migliori degli altri, inculcata dai genitori ai figli sin da piccoli, ha delle conseguenze negative: ansia, fobie, insicurezza, aggressività, insoddisfazione; queste sensazioni possono poi tramutarsi anche in cose più gravi, una volta cresciuti.

(altro…)
DA RIFIUTI A OPERE D’ARTE

DA RIFIUTI A OPERE D’ARTE

Molti artisti all’inizio del Novecento hanno cominciato a volgere la loro attenzione verso quelli che sono sempre stati considerati dei rifiuti, scarti, oggetti da buttare. Negli anni ’80 nasce un movimento artistico, quello della Trash Art che riutilizza i rifiuti nelle opere artistiche, anche come denuncia sociale alla società del consumo che produce senza pensare agli scarti che ne derivano, inquinando l’ambiente.

(altro…)
OGNI RIVOLUZIONE INIZIA CON UN ATTO DI RIBELLIONE

OGNI RIVOLUZIONE INIZIA CON UN ATTO DI RIBELLIONE

La parola rivoluzione l’abbiamo sentita pronunciare più volte nel corso della storia, da quella francese a quella americana; ancora oggi risulta essere un argomento molto attuale, dato il periodo storico in cui viviamo. Ma cos’è la rivoluzione? Sull’enciclopedia Treccani si legge: rivoluzióne s. f. [dal lat. tardo revolutio –onis «rivolgimento, ritorno», der. di revolvĕre: v. rivolgere]. – […] 2. Mutamento radicale di un ordine statuale e sociale, nei suoi aspetti economici e politici: affidandoci al pensiero di due scrittori, filosofi Albert Camus (1913-1960) e John Holloway (1947) a noi cronologicamente più vicino, analizziamo più nel profondo la parola rivoluzione.

(altro…)
MURI CHE PARLANO: LA STREET ART DI BANSKY

MURI CHE PARLANO: LA STREET ART DI BANSKY

“Un muro è una grande arma. È una delle cose peggiori con cui colpire qualcuno.” La Street art è da sempre uno strumento potentissimo di denuncia sociale e non solo, proprio perché è universale e molto più diretta rispetto ad altri mezzi di espressione. Il massimo esponente dei nostri tempi è sicuramente Banksy, l’artista e scrittore inglese, di cui è ancora celata l’identità.

(altro…)
IL MALESSERE DELLE CITTA’ MODERNA

IL MALESSERE DELLE CITTA’ MODERNA

“Che cos’è oggi la città per noi? Penso d’aver scritto qualcosa come un ultimo poema d’amore alle città, nel momento in cui diventa sempre più difficile viverle come città. Forse stiamo avvicinandoci a un momento di crisi della vita urbana, e Le città invisibili, sono un sogno che nasce dal cuore delle città invivibili”. (Italo Calvino, New York 1983).

(altro…)
Vivere per lavorare?

Vivere per lavorare?

Il lavoro sta diventando sempre di più regolatore delle nostre vite frenetiche. Si è quasi quasi ossessionati dalla gara all’ottenimento del titolo che ci faccia sentire qualcuno, come se una persona senza lavoro non può essere definita tale. Ma come si suole dire bisogna lavorare per vivere e non vivere per lavorare. Ma la domanda è: si può vivere senza lavorare? C’è qualcuno che è riuscito a trovare un buon compromesso.

(altro…)