IL MALESSERE DELLE CITTA’ MODERNA

IL MALESSERE DELLE CITTA’ MODERNA

“Che cos’è oggi la città per noi? Penso d’aver scritto qualcosa come un ultimo poema d’amore alle città, nel momento in cui diventa sempre più difficile viverle come città. Forse stiamo avvicinandoci a un momento di crisi della vita urbana, e Le città invisibili, sono un sogno che nasce dal cuore delle città invivibili”. (Italo Calvino, New York 1983).

(altro…)
Vivere per lavorare?

Vivere per lavorare?

Il lavoro sta diventando sempre di più regolatore delle nostre vite frenetiche. Si è quasi quasi ossessionati dalla gara all’ottenimento del titolo che ci faccia sentire qualcuno, come se una persona senza lavoro non può essere definita tale. Ma come si suole dire bisogna lavorare per vivere e non vivere per lavorare. Ma la domanda è: si può vivere senza lavorare? C’è qualcuno che è riuscito a trovare un buon compromesso.

(altro…)